MENU

La scomparsa di Renato Leoni

30 Aprile 2020 (Archiviata)

Il ricordo del prof. Guido Ferrari, condiviso dai colleghi del dipartimento:

"E' con grande dolore che comunico la scomparsa di Renato Leoni, spentosi questa notte nella sua casa della Romola, nei pressi di Firenze, dopo una lunga malattia.

Renato ha dedicato la sua vita allo studio, alla ricerca ed all'insegnamento della Statistica, praticati per oltre 40 anni nell'Università di Firenze con passione, serietà e spirito di servizio. Insieme a Luigi Biggeri, Renzo Ricci, Massimo Livi Bacci, Dario Furst, Carlo Corsini, Rodolfo de Cristofaro, Giuseppe Matulli, ed altri 'pionieri' guidati da Giuseppe Parenti, ha visto nascere il Dipartimento di Statistica alla fine degli anni sessanta-inizio settanta del secolo scorso, da principio Dipartimento sperimentale statistico-matematico, contribuendo validamente al suo sviluppo ed al suo consolidamento.

Era uno studioso infaticabile e attento, armato di una saldissima preparazione matematica, un uomo profondamente buono e giusto. Eravamo legati da sentimenti di affetto, amicizia e reciproca stima. Da lui ho appreso il rigore nello studio, l'importanza cruciale di una solida preparazione teorica e metodologica di base e il valore della concisione. Se ne è andato come ha vissuto, con discrezione.

Mi mancherà, come mancherà, ne sono sicuro, a quanti hanno condiviso per tanti anni con lui nel Dipartimento di Statistica dell'Università di Firenze momenti di lavoro, di tristezza e di gioia ed a tutti i colleghi che ne hanno conosciuto ed apprezzato l'impegno di studioso schietto e severo e l'animo di persona gentile, riservata ma disponibile, e sorprendentemente giocosa nel suo essere autenticamente fiorentino di Santa Croce.

Sit tibi terra levis.

Guido Ferrari"

 

 

Cookie

I cookie di questo sito servono al suo corretto funzionamento e non raccolgono alcuna tua informazione personale. Se navighi su di esso accetti la loro presenza.  Maggiori informazioni